FRANCESCO MUSANTE

FRANCESCO MUSANTE
UNA ROSA LA LUNA E LA NOTTE INTERA PER PENSARE A TE

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.
I bambini non ricorderanno se la casa era lustra e pulita ma se leggevi loro le favole. Betty Hinman

giovedì 15 settembre 2011

LA RADICE QUADRATA DI UN UOMO

Quest'estate Piero Marrazzo ha rilasciato un'intervista dove raccontava la sua storia: lo scandalo, le dimissioni, la solitudine. E quel bisogno di andare, ogni tanto, in Via Gradoli, di "suonare a quella porta...e che quella porta si aprisse". Non ho opinioni in proposito, non mi sento scandalizzata nè indignata, e, francamente, non ho neanche voglia di impegnarmi ad elaborare un pensiero coerente sull'argomento. Eppure leggendo l'intervista, qualcosa nelle parole dell'ex governatore mi ha disturbato...di più...mi ha offeso. "So che non è bello da sentire e non è facile da dirsi, ma una prostituta è molto rassicurante. È una presenza accogliente che non giudica. I transessuali sono donne all'ennesima potenza, esercitano una capacità di accudimento straordinaria. Mi sono avvicinato per questo a loro. È, tra i rapporti mercenari, la relazione più riposante."
I transessuali sono donne all'ennesima potenza?!? Che è un po' come dire che i cavalli sono zebre al quadrato. O che il cetriolo è uno zucchino alla terza. Una stronzata, insomma! Del resto quando mai uno che ha voglia di zucchini si compra i cetrioli? Se compra i cetrioli è perchè ha voglia di cetrioli! Eppure questa stronzata ha i suoi sostenitori. Forse perchè i transessuali mercenari, recitano la parte della donna non com'è ma come la vorrebbe un uomo. Rispecchiano, insomma, l'idea maschile di donna: arrendevole e sempre pronta ad assecondare ogni richiesta. Estremamente disponibile e sessualmente vorace. Mai polemica, eternamente accondiscendente. Una donna che dice sempre sì, che non fa problemi e non avanza richieste, che non ha idee personali, preferenze, antipatie, interessi. Una donna ossequiente pronta ad accogliere l'eroe che torna dalla guerra. Si accendano i fuochi, si apparecchi la tavola, il guerriero è tornato! Passano i millenni eppure sembra che l'uomo sia fermo al solito punto. Al Medioevo! Incapace di riconoscere nella donna una compagna, un essere umano che desidera, sceglie, ama, odia, sogna e qualche volta ha pure mal di testa. Non bambole, non specchi. Ma donne! Affiora la paura per quell'alterità che ci contraddistingue, per quella parte che gli sfugge, che stenta a comprendere. Ecco che il prode cavaliere che ha attraversato mari ed oceani, che ha sconfitto schiere di nemici, vinto la fame, la sete, la paura... teme e rifugge la donna. Può, del resto, un tale eroe, tornato a casa, dover imbastire una pesante discussione con la moglie su chi doveva passare a prendere i figli a scuola o occuparsi della spazzatura?
Ci vuole coraggio per affrontare la vita, per farsi carico della famiglia, per far fronte a tutti gli inderogabili e stancanti, impegni quotidiani. Un coraggio che tutte le donne hanno. E che possiedono anche molti uomini che conosco e che condividono il carico quotidiano con le proprie donne. Uomini che non sfuggono alle responsabilità. Che gioiscono delle differenze. Che sopportano i battibecchi. Che sanno che l'incontro può essere magico e fecondo se si hanno sensibilità diverse.
Allora, caro Piero, forse facevi meglio a dire che sei tu che sei la radice quadrata di un uomo.

16 commenti:

SoloDinamo ha detto...

ciao Miranda. Stavolta sei andata giù tosta. Su Marrazzo non so cosa dire, non mi intendo di zucchine & cetrioli, coltivo altri generi ortofrutticoli.
Solo un pensiero sommesso...che potrai buttar in mare come un bigatino usato: io e te vediamo la sua storia con gli occhi "normali", per capirci davvero qualcosa ci vorrebbe un tipo trasgressivo come lui. Nè io nè te siamo così, quindi...
Piuttosto mi è piaciuta moglie: non la conosco, ma ha reagito standogli vicino e comunque salvaguardando la famiglia in un modo che le fa solo onore; che fa onore a tutte le donne.
ciao

cafecaracas ha detto...

La "sparata" di Marrazzo è stata veramente una cosa offensiva per tutte le donne e solo uno squallido tentativo di giustificarsi...infatti giustamente la moglie(se non erro,lo dice nell'intervista)ha lasciato il caro marito.

the muffin woman pat ha detto...

azzu confonde cetrioli e zucchine quando andiamo al supermercato. mi fa ridere:)

comunque io dico sempre
di finaco a un grande uomo, c'è sempre una grande donna.

Miranda ha detto...

Gianni...sì...sono stata pesante, tanto che ero incerta sul volerlo pubblicare 'sto post...mettere così in mostra i propri difetti può essere imbarazzante...
Cmq spero che sia chiaro che non giudico Marrazzo nè alcun altro rispetto alle scelte sessuali, piuttosto è stata l'ipocrisia che mi ha innervosito, quel volersi mascherare e giustificare, quel nascondersi anche a se stessi.
Per la legge transitiva delle relazioni se un trans è più donna di una donna...una donna è meno donna di un trans, no? Possibile che l'idea di femminilità debba corrispondere all'idea di subalternità femminile? Di disponibilità, di appiattimento sui desideri dell'uomo?
Sicuramente a farmi sbottare ci sono anche altri fatti, che riflettono questo atteggiamento...
Come il nostro Presidente del Consiglio che ha apostrofato una delle donne più potenti del mondo "culona inchiavabile". Anche potente, anche anziana, anche preparata, una donna finisce per esser giudicata solo in base alla sua "chiavabilità"...
MI GIRANO, O SE MI GIRANO....

MagicaMente ha detto...

sto per iniziare a cucinare una torta salata ed ora non so che verdura metterci... l'idea iniziale erano le zucchine :-)

non posso generalizzare, ma conosco pochi (ma buoni) uomini che davvero riescono a svincolarsi dall'immagine della donna-angelo del focolare. non che ci sia nulla di male in tutto questo, ma tante donne non sono cosi e loro non le accettano. parlavo con un amico che mi diceva candidamente: ma scusa io sono cresciuto con mia madre che mi considerava il centro del suo mondo. è ovvio che pretenda la stessa cosa dalla mia ragazza!
ecco forse l'errore è proprio li: io considero il mio compagno la "cosa" più importante della mia vita, quella per cui tante scelte sono state condizionate. ma sono cose di una rilevanza maggiore dal chi fa la spesa/chi lava i piatti/chi tiene in ordine la casa.
se non capisci questo, qualsiasi altro discorso non ha senso

ciao
PS: mi sono dilungata un pò ma mi hai beccata in un momento sensibile all'argomento

Miranda ha detto...

a MagicaMente: spero sempre che qualcuno si dilunghi, per sapere, per capire, per non rimanere sola con le mie convinzioni... però devo ammettere che non so se ho capito bene ciò che vuoi dire... mi spieghi? Mi interessa.

Pol ha detto...

il problema non è la discussione si chi deve buttare la spazzatura o a chi tocca lavare i piatti... ciò che veramente spiazza l'uomo è la capacità della donna di cogliere le chiavi di certe porte che noi siamo incapaci di aprire... o che, semplicemente, ci rifiutiamo di farlo. Penso di avere più amiche donne che amici uomini, con alcune illuminanti eccezioni. E il motivo è semplice: la capacità di trovare chiavi di lettura inedite a cui i nostri limitati orizzonti non riescono ad arrivare. Mia moglie a volte mi spaventa non già per le discussioni casalinghe, ma perché so che lei ha già in mano il bandolo delle matassa di un qualcosa che io ancora non sono riuscito a cogliere... per quanto riguarda il sesso a pagamento, evito qualsiasi commento. adoro il sesso, impazzisco per la condivisione di piaceri legati al rapporto sessuale e a tutto ciò che lo precede e lo segue... ma è un'adorazione legata alla consapevolezza di quella condivisione. Se la sola cosa che condividi è una banconota da 100...bé, caro Marrazzo, non hai davvero capito una beata fava...

Chit ha detto...

E se, in barba a quello che dicono e scrivono i vari MArrazzo, Adinolfi, Mussolini e Santanchè ci limitassimo, più semplicemente, invece che a giudicarle o definirle a considerarle semplicemente PERSONE???

Perdona il consiglio ma addetto stampa di un'associazione che si occupa dei diritti delle persone transessuali non posso scrivere altro.
Io ho cominciato a pensarla diversamente da quanto dicevano in molti dopo questa esperienza:
http://www.chitblog.net/index.php/io-cero-e-ci-saro-voi-ci-sarete/

Perdona l'auto-citazione ma com'è successo a me penso potrebbe essere un'esperienza che potrebbe essere quella di molti di noi ;-)

Samantha ha detto...

Angeli del focolare..?!
Son le sette e mezzo di una domenica sera..energie da recuperare da una serata a casa tra amici. Cena in giardino, 20 persone, cucino, apparecchio, riordino e raccolgo anche l'ultima cicca gettata nel prato (grrr!!)mentre Zorro e amici bivaccano allegri sdraiati nel prato, a letto all'alba. Passan 4 ore di nuovo in piedi. Porto il figlio al campo per la partita domenicale. Si corre a casa, prepara pranzo, riordina,buttati sul letto.. Zorro arriva a sera e mi dice: "Allora a cena mangio la pasta!" Priorità: sonno, lavoro, pasto, sesso. Anzi, capovolgo l'ordine.
Angelo del focolare.

SoloDinamo ha detto...

x Miranda: sei stata tagliente, ma mica hai fatto male. Però il vizio di fondo resta, continuiamo a valutare 1/2 uomini secondo i nostri parametri, quelli della normalità. Non abbiamo un dipendente statale (me) o un'insegnante che si fa il mazzo dalla mattina alla sera.
Qui c'è un grosso uomo (?) politico che tutto intrippato di cocaina usa l'auto blu per farsi gli affari propri, pagando . Interrogato, spara balle, poi si dimette. La moglie - una santa donna- finalmente lo pianta (non lo sapevo, scusate...).
il signor B.: un omuncolo che dà giudizi sul Cancelliere tedesco, la quale, persona di altissimo profilo, farebbe bene a convocarlo a quattr'occhi e dirgli: "ora dimmi il senso di questa frase, cesso di uomo, poi ti spiego come ci si comporta a letto, instaurando bei rapporti con l'altra metà del cielo, senza pagare e con persone di età compatibile con la tua, e infine senza usare il metus publicae potestatis per ottenere favori sessuali" (Angela ha una cultura che comprende anche il latino).

insomma gente squallida. La gente normale ritira i figli da scuola, cucina sparecchia e tira fuori i sandali alti dalla scarpiera per la moglie, come ho appena fatto io (oh poi non ditemi che sono un "casalingo"!).
per Samantha: meno spuntini please, più coccole.
saluti & salute

MagicaMente ha detto...

forse mi sono spiegata male perchè scrivevo mentre, da brava angelo del focolare, facevo altre 2000 cose tutte insieme e forse ho divagato perchè sentir dire che un transessuale sa comprendere meglio un uomo, nel mio cervello ha fatto il collegamento con:
una "donna d'oggi" non ha la capacità di comprensione di quelle di una volta.
ho passato il venerdi sera a consolare un'amica che ha trovato il marito in "tenera" compagnia di un'altra donna. la giustificazione è stata: sai pensavo tu potessi essere l'angelo del mio focolare ma sei cosi presa da tante cose che non sono più il centro del tuo mondo...
sono ancora in condizione di acidità estrema verso il genere maschile
mi passerà

Miranda ha detto...

sì...e magari le mille altre cose erano: far quadrare i conti di casa, far trovare i calzini puliti a marito e figli, prenotare visita dal dentista per familiari vari.... e via così... capisco benissimo... e condivido l'incaxxatura!!!

MagicaMente ha detto...

sai cosa mi spiace?
che per queste cavolate (perche alla fine sono cavolate, basterebbe un minimo di comprensione e condivisione del carico) si rischia di non apprezzare il bello che si è costruito.
questa è la cosa che mi fa più arrabbiare
e forse che mi mette più tristezza

silvia ha detto...

Give me five, Miranda.
Condivido totalmente il contenuto del post, a partire dall'ncipit delle zucchine e dei cetrioli fino ad arrivare all'epilogo della radice quadrata.
Non ho trovato parole pesanti nella tua analisi, solo idee chiare esposte in modo chiaro, come piace a me ...
(..e come i politici non sono più capaci di formulare, nè quando parlano di politica nè quando parlano di sesso)
(che poi, perchè devono parlare di sesso? stessero zitti, almeno su quello!)

Miranda ha detto...

silvia...grazie!

kyra ha detto...

Premio Oscar all'ultima frase!

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!
L'Italia è sull'orlo del precipizio, ci aspettano mesi di tagli e manovre "lacrime e sangue", l'opposizione è inesistente e Mario Monti non è il nostro eroe ma almeno...BERLUSCONI SI E' DIMESSO!!!

SE NON ORA QUANDO?

SE NON ORA QUANDO?
FIRENZE, 13 FEBBRAIO 2011.