FRANCESCO MUSANTE

FRANCESCO MUSANTE
UNA ROSA LA LUNA E LA NOTTE INTERA PER PENSARE A TE

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.
I bambini non ricorderanno se la casa era lustra e pulita ma se leggevi loro le favole. Betty Hinman

lunedì 10 agosto 2009

Se metti l'inconscio ai piedi...

Arrivo al mare tardi. Niente parcheggio, come al solito. Faccio scendere Il Piccolo e riparto: so dove potrò trovare un parcheggio libero. C'è sempre posto lì, perchè è un po' lontano dalla spiaggia e nessuno ha voglia di farsi un km a piedi per raggiungere il mare. La gente preferisce girare invano, sotto il sole, imprecando e sperando che qualcuno se ne vada, lasciando libero il posto e, se non ha questa fortuna, piazzare l'auto in mezzo, in doppia o terza fila, fregandosene se gli altri non riescono ad uscire o semplicemente a passare. Io, invece, sono felice di avere l'occasione di farmi una breve passeggiata e di attraversare l'antica pineta ombreggiata, antistante la spiaggia, costeggiata da un torrente verdazzurro, popolato da germani reali dal piumaggio iridescente e da anatre che scortano, in fila, i loro pulcini. Mentre mi godo l'ombra e lo splendido panorama scorgo un uomo in bicicletta. Un tipo interessante e... interessato. Sono in imbarazzo perchè, lo ammetto, dopo la maternità e con gli anni mi è diventato molto difficile essere seduttiva, fare la donna, sorridere ammiccante. Comunque non stamattina, no stamattina voglio proprio provarci! Lui mi lancia sguardi intriganti e io, contraccambio sfacciatamente. Tento pure con un sorriso ma, a quel punto, i miei piedi... sapete cosa fanno? Incespicano! Io che, ondeggiando sinuosa e sicura, ho attraversato, su tacchi improbabili e pericolosamente vertiginosi, i terreni più insidiosi, vado ad incespicare su un semplice cenno d'interesse da parte di un uomo! Credevo di avere il pieno controllo ed invece i miei piedi mi sfuggono, fanno i fatti loro, obbediscono al mio inconscio e mi fanno fare delle figure di m....
MALEDETTI PIEDI, lo volete capire chi è qui che comanda?

10 commenti:

Carlo De Petris ha detto...

e l'uomo in bicicletta? Ha proseguito nella sua gitarella o si è interessato all'incespicante Miranda? :)

Paolo ha detto...

Mi hai fatto ridere, complimenti !

animafragile... ha detto...

nn avrei trovato titolo + azzeccato!!!!!!! sarà forse la paura di lasciarsi andare?.... di vedere dentro ad occhi sconosciuti quel fascino che ad altri sguardi sembra scontato?.......

Wilma ha detto...

Che meraviglia!Davvero uno spasso...Ho anch'io la stessa curiosità di Carlo per l'aitante ciclista: che ne è stato? Ha sbattuto contro una pianta? E' caduto in acqua insieme a mamma papera???!

lella ha detto...

ma ti ha aiutata almeno o ha semplicemente sorriso nel vederti in difficoltà?
ma non sarai mica andata in spiaggia coi taccazzi a spillo? Va bè che si usano i trampoli anche a mare,ma vuoi mettere un paio di infradito basse e comode?
Lella

Anonimo ha detto...

...siamo in trepida attesa di conoscere il seguito... :)
barbara

Miranda ha detto...

@ tutti: mi dispiace deludere le vostre aspettative ma francamente non ho la minima idea di che fine abbia fatto il bel tipo. Inutile dire che dopo la figura da imbranata mi sono affrettata verso la spiaggia senza voltarmi indietro, maledicendo l'ammutinamento dei miei testardissimi piedi. Però attrverso spesso quella pineta e chissà...

Miranda ha detto...

Animafragile... il titolo, in effetti, è la chiave di lettura...credo...
Credo anche che tu ci abbia visto giusto: paura...tanta, di piacere, di non piacere, di lasciarsi andare, di perdere il controllo...

Miranda ha detto...

Lella, odio le infradito, non credo di averle mai messe. In spiaggia rigorosamente zoccoli alti per non sfigurare sulla passerella... poi sembrerà strano ma con le scarpe basse io riesco ad inciampare anche di più...

Paolo, grazie...ci ho riso sopra anch'io...

Samantha ha detto...

Confermo! Miranda è sempre stata più a suo agio sui tacchi!!!
Anche te però santa pazienza,incespicare mentre l'aitante ciclista passava.. o forse non ce la racconti giusta e avevi calcolato un piccolo incidente per coinvolgerlo nel soccorso?! ; )

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!
L'Italia è sull'orlo del precipizio, ci aspettano mesi di tagli e manovre "lacrime e sangue", l'opposizione è inesistente e Mario Monti non è il nostro eroe ma almeno...BERLUSCONI SI E' DIMESSO!!!

SE NON ORA QUANDO?

SE NON ORA QUANDO?
FIRENZE, 13 FEBBRAIO 2011.