FRANCESCO MUSANTE

FRANCESCO MUSANTE
UNA ROSA LA LUNA E LA NOTTE INTERA PER PENSARE A TE

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.

La materia dei libri è costituita dalle sottigliezze della vita.
I bambini non ricorderanno se la casa era lustra e pulita ma se leggevi loro le favole. Betty Hinman

martedì 30 dicembre 2008

L'ho fatto di nuovo...

Alla fine, dopo mille tentennamenti, nottate a rigirarmi nel letto, nervosismo diffuso a tutti i membri della famiglia, HO DECISO: mi iscrivo alla specialistica! Di nuovo studente universitaria! Mi alzo convinta. Non mi trucco, mi metto i jeans, gli orecchini a cerchio fucsia, la sciarpa rosa lunga: sono pronta, una vera studente!
Prima tappa: mia madre. Si, vado per prima da lei, mi tirerà un pò sù, mi dirà mille cose, mi regalerà mille splendide incitazioni ottimistiche. Mi presento ansiosa e bisognosa:"mamma, vado a iscrivermi". Lei, laconica e indaffarata:"Si, prendi anche il formaggio!": eccessiva stima nelle mie possibilità???!! Non so perchè mi sovviene, per un istante, Quasimodo:"Ognuno sta solo sul cuor della terra...".
Seconda tappa: il pagamento del bollettino. Mi fiondo alle Poste, appena arrivo mi accorgo che altre cento persone hanno avuto la mia stessa idea. Arriva il mio turno, finalmente! Sorpresa: il bancomat decide di farmi uno scherzetto e si nasconde. Lo cerco, non c'è. L'impiegata mi guarda storta. Lo cerco, non c'è. Le altre persone si dicono, tra loro, che forse dovrei lasciar passare, mettermi da parte...Alla fine, il "simpatico" tesserino fa capolino: pago, reticente. Vogliamo, per caso, scomodare Freud su questa "pseudo-fuga"? Forse vogliamo interpretare che quello era il gesto più faticoso per me? Il pensiero di privare la mia famiglia, i miei figli, di una cifra così consistente solo per inseguire una passione che, probabilmente, non porterà benefici in termini economici?
Terza tappa: la segreteria studenti. Non c'è nessuno! Oddio, ma allora lo han capito tutti che in Italia non conviene laurearsi? Tutti tranne me e Miranda?
L'impiegato ha, grosso modo, l'età che avrebbe mio padre. In effetti mi apostrofa come avrebbe fatto lui:"lo sa che il 31 è l'ultimo giorno utile per iscriversi?". Vorrei rispondere che lo so, infatti son venuta prima, perchè il 31 potrei essere impegnata a preparare il cenone di fine anno per cui mi sono anticipata...In realtà sorrido timida. Lui inserisce i dati, infine, perentorio sentenzia:"non ha i titoli per il corso di studi che ha scelto!". Non riesco a spiegare la sensazione. E' incredibile. Davvero incredibile. La nostra vita, talvola, acquista la dimensione di un film: coincidenze, episodi, che si ripetono con una casualità quasi magica...Una situazione simile l'ho vissuta vent'anni prima. Andammo, io e Miranda, a iscriverci, giovani e piene di speranze, fresche di scuola. In segreteria ci gelarono con la solita, identica frase, che ci piombò addosso come una pioggia da cui non avremmo potuto ripararci:"non avete i titoli per iscrivervi!". Anche allora, come oggi, l'impiegata rimase vittima di un malinteso, anche allora, come oggi, la frettolosità nell'ascolto creò il disguido!
Quarta tappa: i sindacati per la compilazione dell'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Vado alla CGIL, non ho l'appuntamento, forse non possono far nulla perchè han troppo lavoro e stan quasi per chiudere. Li prego, senza ritegno. Mi accontentano e li, tra il poster del Che e l'immagine di Cofferati e il Terzo Stato, sgualcito e logoro, finalmente la più bella notizia che potessi avere:il mio reddito, sgravato di quanto previsto, rientra nella fascia degli studenti che pagano solo la prima rata! Ringrazio, mentalmente, tutti i santi, i vari eroi esposti, ho persino un piccolo pensiero gentile, il primo, per il nostro Presidente del Consiglio.
Fuori ha iniziato a piovere. E' il minimo. Torno alla segreteria e concludo l'iscrizione. Esco con il mio libretto nuovo di zecca: ancora blu, come allora. Lo apro. C'è la mia foto. Orrenda! Ma quando è successo? Quando mi ha fotografato? Ma allora, quell'"affare" strano sopra il pc era la web cam! Ecco perchè mi chiedeva, inspiegabilmente, di stare "almeno un attimo ferma". Ed io che pensavo che avesse percepito la mia ansia...
Quando mi vengono certi "lampi di genio" di uscire senza un filo di trucco, vi prego:FERMATEMI!!!

10 commenti:

Maurizio ha detto...

Ecco cosa vi contraddistingue rispetto a noi uomini: la capacità di stravolgere la realtà anche quando non potrebbe essere stravolta... perchè il mondo circostante sembra "adeguarsi" e plasmarsi sul VOSTRO universo, anche se la maggioranza dell'umanità crede che sia il contrario...
E dopo queste elucubrazioni di fine anno....
BUON 2009!!!!

Miranda ha detto...

Oddio... Non dimenticherò mai quell'arpia della segreteria che all'epoca ci informò scortesemente e sbrigativamente: "Voi non POTETE venire qui!!!" Dico! A noi! Noi che già da tre ore giravamo a vuoto chiedendo "Dov'è l'Università?" pensando che l'università fosse un'entità semplice posta in un'unico edificio, e non costituita da una molteplicità di istituti, facoltà, dipartimenti, sedi distaccate, ecc... Sento ancora lo sbattere di quelle porte sulle nostre facce speranzose... poi però ce l'abbiamo fatta! Nessuno è riuscito più a cacciarci!
E l'ultima volta che ho visto la Signora della Segreteria mi ha detto sorridendo gentile: "Ecco a lei, DOTTORESSA, il suo diploma di laurea. Congratulazioni!" E' stata quella l'unica occasione in cui m'han chiamato dottoressa...
Spero comunque che al ritorno tu ti sia ricordata di prendere il formaggio. Tua madre ha ragione: non c'è niente di più importante di una forma ben stagionata di pecorino!!!

Nikka ha detto...

Brava Wilma
hai fatto bene ... bisogna sempre seguire le proprie passioni ... quasi quasi mi iscrivo pure io ...ma ormai l'anno prossimo domani mi sa non faccio più in tempo ;-)

minu ha detto...

oddio no mi state contagiando. Già a me frulla da tempo l'idea di ricominciare e leggendo Wilma... tenetemi tenetemi che vado ad iscrivermi a legge e poiiii
ops quasi il 31, sarà per il prossimo anno insieme a Nikka.

ps wilma sei un mito, grazie web per averci avvicinate

Maurizio ha detto...

Vabbè ma allora ditelo!!!! Io ho passato una vita a rincorrere terapie per la depressione e la sindrome bipolare... e adesso, tome, tome... vi presentate voi e leggendovi mi accorgo di non avere più bisogno nè di psicofarmaci ne di psicanalista...
Passo parola a Benigni e a Woody Allen....
:-))))
Baciotti (se posso eh...)

Samantha ha detto...

Che paura stamani quando ho letto il tuo sms..e tua mamma che ti ricordava il formaggio!!Alla fine ce l'hai fatta! Brava Amica,son certa che questo percorso ti riempirà di soddisfazioni!! e noi..siam li pronte x festeggiare ogni più piccolo o significativo evento!!In bocca al lupo Amica!

kyra ha detto...

Brava amica Evvaiiiiii... e pazienza per la foto.

Miranda ha detto...

Maurizio: i baci non bastano mai, quindi fai pure...
Se vuoi dire che siamo meglio di una terapia...beh noi lo sosteniamo da anni! Quante crisi, momenti bui e girapxxlle abbiam superato solo sedendoci attorno ad un tavolino mangiando gelato direttamente dal barattolo a parlare, a sfogarci, a provare a ridimensionare, a riderci su...in tre è sempre stato possibile trovare il modo di sorridere anche tra le lacrime. Dai la prossima volta invitiamo anche te (il gelato però lo porti te? ok?)
BUON ANNO anche a te

stellavale ha detto...

In bocca al lupo, bello essere coraggiose.

Wilma ha detto...

Amicheeee grazie a tutte per l'incoraggiamento! Nikka, Minu, coraggio, buttatevi! Maurizio, ricambio il "baciotto" e ti informo che, per la stesura del libro, siamo DISPONIBILI!
Buon 2009!

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!

12 novembre 2011: VIVA L'ITALIA LIBERATA!!!
L'Italia è sull'orlo del precipizio, ci aspettano mesi di tagli e manovre "lacrime e sangue", l'opposizione è inesistente e Mario Monti non è il nostro eroe ma almeno...BERLUSCONI SI E' DIMESSO!!!

SE NON ORA QUANDO?

SE NON ORA QUANDO?
FIRENZE, 13 FEBBRAIO 2011.